Altri effetti del Coronavirus: il Corecom Abruzzo contro l’Infodemia. Attivata casella mail per segnalazione fake news

L’emergenza Coronavirus e la sua disseminazione sui social ci fa confrontare - purtroppo - oltre che con la comprensibile preoccupazione per la diffusione dell’epidemia, con un’altra forma di virus insidioso e ad altissimo contagio, un virus da disinformazione denominato infodemia, ossia la circolazione eccessiva di informazioni contraddittorie, talvolta non vagliate con accuratezza, che rendono difficile orientarsi su un determinato argomento per la difficoltà di individuare -tra la moltitudine di fonti- quali siano effettivamente affidabili.

Indubbiamente va riconosciuto ai social media un ruolo di grande ed importante fonte primaria di informazioni; e se da una parte si stannorivelando un utile mezzo per ridurre le conseguenze negative dell’infezione e fare emergere repentinamente divieti, norme comportamentali e raccomandazioni, dall’altra - in talune circostanze - rappresentano un enorme megafono per amplificare i danni, veicolando gratuitamente e senza controllo disinformazione: assistiamo infatti alla diffusione di suggerimenti pratici, valutazioni sugli effetti sanitari, finti rimedi e false azioni messe in campo dalle istituzioni che creano confusione e panico tra la popolazione, inducendo a comportamenti ingiustificati, come lo svuotamento di interi scaffali nei supermercati.

Per evitare di trasformare l’allarme (sanitario) in allarmismo (incontrollato), è quindi importante non lasciarsi contagiare da questa epidemia cognitiva, ma - consapevoli che l’epidemia biologica è efficacemente monitorata – affidiamoci alle notizie ufficiali fornite dalle nostre istituzioni: primo tra tutti, consultiamo il sito di Regione Abruzzo, costantemente aggiornato sull’evoluzione del virus: www.regione.abruzzo.it

Per evitare la diffusione di questo contagio informativo, il Corecom Abruzzo ha stilato un vademecum per tutti i cittadini sensibili alla diffusione tempestiva di contenuti: se ci atteniamo a queste semplici regole di buon senso e facciamo squadra - oggi più che mai - riusciremo ad affrontare e superare al meglio la sfida comune.

Invece, per chi diffonde informazioni ritenute dubbie, quando non addirittura lesive o dannose, è stata attivata la casella mail corecomfakenews@crabruzzo.it alla quale possono essere inviate segnalazioni che il Corecom Abruzzo gestirà attivandosi con le Autorità Giudiziarie competenti.

 

Condividere è bello, ma farlo consapevolmente è meglio!

AllegatoDimensione
Icona del PDF Vademecum contro la disinformazione31.19 MB
Categoria: