conciliazioni

Tentativo di Conciliazione delle controversie tra operatori di comunicazioni elettroniche ed utenti.

Attività delegata dall'Autorita per le Garanzie nelle Comunicazioni.

La maggiore attività che impegnano maggiormente il Corecom è la conciliazione delle controversie in materia di comunicazioni elettroniche. Ogni anno, infatti, oltre 1.600 cittadini si rivolgono al Corecom della Regione Abruzzo per risolvere controversie e nel 80% dei casi, le parti raggiungono un accordo senza ricorrere all'Autorità giudiziaria o all'AGCOM.

Il tentativo di conciliazione, in sostanza, è una procedura di risoluzione extragiudiziale, gratuita, delle controversie insorte tra utenti e operatori di comunicazioni elettroniche (servizi di telefonia mobile e fissa, operatori internet, telefonia pubblica, servizi di televisione a pagamento) durante la quale l'utente e l'operatore, aiutati da una terza parte (il conciliatore), tentano di trovare una soluzione condivisa alla controversia.

La conciliazione è un servizio gratuito che può consentire la composizione stragiudiziale della lite.

È esclusa la competenza del Co.Re.Com. nelle controversie relative al commercio elettronico. Il tentativo obbligatorio di conciliazione è disciplinato dal Regolamento di procedura approvato con la delibera dell'Agcom n. 173/07/CONS e successive modificazioni.

Come si attiva la procedura

Il singolo cittadino o le associazioni di consumatori possono dare corso alla procedura di conciliazione inviando al Corecom Abruzzo, per posta raccomandata ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) o via fax (0862/644248), il modello UG compilato in tutte le sue parti e sottoscritto, allegando la documentazione che chiarisca i fatti all'origine della controversia.

Il Corecom, ricevuta l'istanza e, verificatane l'ammissibilità, convoca, con lettera raccomandata, le parti all'udienza di conciliazione che può svolgersi a L'Aquila, Pescara presso le sedi del Consiglio Regionale che ospitano gli uffici del Corecom.

In udienza la parti intervengono personalmente, ovvero, in caso di persone giuridiche, in persona del loro legale rappresentante.

Le parti possono scegliere di farsi rappresentare da soggetti muniti di delega.

La delega può essere fatta in carta semplice e deve specificare i dati anagrafici di chi delega e del delegato e deve essere sempre accompagnata dalla fotocopia di un documento d'identità del delegante.

Le parti possono, inoltre, farsi assistere da consulenti o da rappresentanti delle associazioni dei consumatori.

Qualora il tentativo di conciliazione abbia esito negativo, le parti possono rivolgersi all'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) per la definizione della controversia, utilizzando il Modulo GU14 o, in alternativa, ricorrere all'Autorità Giudiziaria.

Nel caso in cui il gestore di comunicazioni elettroniche sospenda il servizio o ponga in essere forme di abuso, l'utente, che avvia o che ha in corso una procedura di conciliazione presso il Corecom o altro organismo, può chiedere l'adozione di un provvedimento temporaneo. Tale provvedimento è diretto a garantire la continuità dell'erogazione del servizio o a far cessare forme di abuso o di scorretto funzionamento, fino al termine della procedura di conciliazione. La richiesta debitamente sottoscritta, deve essere inviata, per posta raccomandata ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) o via fax (0862/644248), al Corecom, utilizzando il Modulo GU5.

Il Corecom, verificata l'ammissibilità della richiesta, la trasmette al gestore telefonico, assegnando un termine non superiore a cinque giorni, per la produzione di eventuali memorie e documentazione. Entro dieci giorni dal ricevimento della richiesta, il Corecom, con atto motivato, adotta il provvedimento temporaneo, ovvero rigetta la richiesta.

Modalità di trasmissione delle istanze

Corecom Abruzzo- c/o Consiglio Regionale dell'Abruzzo
via Michele Jacobucci, 4 - 67100 L'Aquila
nei seguenti modi:

  • consegna a mano il mercoledì e il venerdì dalle 10,00 alle 12,00;
  • documentazione cartacea al numero di fax 0862.644248;
  • raccomandata A/R.
  • posta elettronica certificata: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ATTENZIONE: l'indirizzo di posta certificata può essere utilizzato solo da chi possiede un account di posta certificata

Referenti per le Conciliazioni:
Responsabile del Procedimento: Dott.ssa Michela Leacche - per contatti: tel 0862 644247 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Referente per i Provvedimenti temporanei (GU5):
Responsabile del Procedimento: Dott. Andrea Di Muro - tel 0862-644748 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

AGCom Regione Abruzzo Consiglio Regionale Abruzzo