R.O.C.

Il Registro degli Operatori di Comunicazione, di seguito R.O.C., è un registro unico adottato dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) con la finalità di garantire la trasparenza e la pubblicità degli assetti proprietari allo scopo di garantire l’applicazione delle norme del settore quali quelle concernenti la disciplina anti-concentrazione, la tutela del pluralismo informativo o il rispetto dei limiti previsti per le partecipazioni di società estere.
Con delibera n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008 dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, entrata in vigore il 2 marzo 2009, è stato approvato il nuovo Regolamento per l’organizzazione e la tenuta del R.O.C.
Dal 2 marzo 2009, ai sensi della delibera n. 666/08/CONS, sono tenuti all’iscrizione i seguenti soggetti:

  1. gli operatori di rete;
  2. i fornitori di servizi di media audiovisivi o radiofonici (già fornitori di contenuti);
  3. i fornitori di servizi interattivi associati o di servizi di accesso condizionato;
  4. i soggetti esercenti l’attività di radiodiffusione;
  5. le imprese concessionarie di pubblicità;
  6. le imprese di produzione o distribuzione di programmi radiotelevisivi;
  7. le agenzie di stampa a carattere nazionale;
  8. gli editori di giornali quotidiani, periodici o riviste;
  9. i soggetti esercenti l’editoria elettronica;
  10. le imprese fornitrici di servizi di comunicazione elettronica

 

AVVISO PER GLI OPERATORI CHE HANNO LA PROPRIA SEDE LEGALE IN ABRUZZO

Con l’adozione della delibera n. 393/12/CONS, l’Autorità ha disposto l’integrazione degli adempimenti relativi alla gestione telematica del Registro degli Operatori di Comunicazione ( ROC ) tra quelli esposti nel portale www.impresainungiorno.gov.it gestito dalla Unioncamere ( Unione italiana celle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura ).

L’accesso agli adempimenti è consentito unicamente attraverso l’uso della Carta Nazionale dei Servizi ( CNS ) di cui all’art. 1 lett. d) del Codice dell’Amministrazione digitale ( Dlgs 7 marzo 2005, n. 82 )

I legali rappresentanti o i titolari degli operatori iscritti ( o che intendono presentare domanda di iscrizione ), le persone fisiche obbligate ad effettuare comunicazioni ( art. 8 e 9 dell’Allegato A alla delibera 666/08/cons e s.m.i. ) ed i delegati alla compilazione e trasmissione degli adempimenti verso il Registro degli Operatori ( iscrizioni, variazioni, comunicazioni annuali e cancellazioni di cui agli art. 10, 11 e 12 della delibera n. 666/08/cons ) devono dotarsi della CNS per l’accesso al portale www.impresainungiorno.gov.it.

Per informazioni: Tel. 0862644748 , fax : 0862 644248

Richiesta certificato di iscrizione al ROC

L’operatore di comunicazione già iscritto al ROC può richiedere il rilascio del certificato di iscrizione utilizzando il modello 17 ROC.

A partire dal mese di gennaio 2012 il certificato non puo’ essere utilizzato nei rapporti con la Pubblica Amministrazione e con i privati gestori di pubblici servizi. Questi ultimi potranno infatti verificare l’iscrizione del soggetto comunicando direttamente con l’ufficio roc del Corecom Abruzzo, oppure consultando il sito www.elencopubblico.roc.agcom.it. I soggetti iscritti potranno inoltre continuare ad autocertificare la propria iscrizione ( ai sensi del D.P.R. 445/2000 ).

La richiesta di certificazione( in bollo da 16 euro, salvo i soggetti esenti ai sensi di legge ) va trasmessa in forma cartacea utilizzando il modello 17/ROC unitamente alla copia fotostatica di un documento di riconoscimento del legale rappresentante della società ( o del titolare dell’impresa individuale ) in corso di validità e va inviata, a mezzo raccomandata A/R al seguente indirizzo:

CORECOM ABRUZZO

Via M. Iacobucci 4

67100 L’Aquila

L’Ufficio del ROC, una volta verificato che il soggetto richiedente sia iscritto e abbia ottemperato agli adempimenti annuali previsti dal regolamento, provvederà al rilascio del medesimo certificato.

 

OBBLIGHI IN CAPO AGLI EDITORI RICHIEDENTI I CONTRIBUTI PER L'EDITORIA

L’art. 5, comma 3, del d.P.R. n. 223/2010, prevede che “[i]l Dipartimento per l’informazione e l’editoria provvede a richiedere all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni relativamente alle imprese richiedenti i contributi, oltre alla regolarità dell’iscrizione al Registro degli Operatori di comunicazione (ROC), l’attestazione di conformità degli assetti societari alla normativa vigente, nonché l’attestazione dell’assenza di situazioni di controllo e/o collegamento per gli effetti di cui all’articolo 3, commi 11-ter e 13, della legge 7 agosto 1990, n. 250, e dell’articolo 1, comma 574, della legge 23 dicembre 2005, n. 266”.

Al fine di poter comunicare al Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria, tra gli altri elementi richiesti, una “attestazione” circa l’assenza di situazioni non solo di controllo, ma anche di collegamento, è indispensabile poter disporre dello sviluppo completo della catena partecipativa e di quella amministrativa quantomeno degli editori richiedenti i contributi. Per tale motivo, con la delibera n. 283/11/CONS, l’Autorità ha posto in capo agli editori richiedenti i contributi ai sensi dell’art. 3, commi 2, 2-bis, 2-ter e 2-quater della legge 7 agosto 1990, n. 250, nonché quelli di cui all’art. 153, comma 4, della legge 23 dicembre 2000, n. 388 particolari obblighi di comunicazione.
Si invita, pertanto, gli editori richiedenti le predette tipologie di contributi a consultare le pertinenti disposizioni contenute nell’allegato A e nell’allegato B alla delibera del 26 novembre 2008, n. 666/08/CONS, come modificati, da ultimo, dalla delibera n. 283/11/CONS, al fine di accertarsi degli adempimenti obbligatori necessari.

 

NUOVE INDICAZIONI SULL’OBBLIGO DI COMUNICAZIONE PER LA VERIFICA DEL RISPETTO DEI LIMITI ALLE AUTORIZZAZIONI NELLA FORNITURA DI PROGRAMMI TELEVISIVI.

L’obbligo di comunicazione all’Agcom, ai fini della verifica del rispetto dei limiti alle autorizzazioni alla fornitura dei programmi televisivi, deve essere espletato attraverso gli adempimenti di variazione e di comunicazione annuale del Registro degli operatori delle comunicazioni (ROC): queste le nuove indicazioni dell’Agcom contenute in un avviso di semplificazione amministrativa pubblicato il 20 giugno scorso nel proprio sito internet (delibera Agcom n. 257/14/CONS).  

Pertanto i fornitori di servizi media audiovisivi sono ora tenuti a comunicare le informazioni di cui all’art. 23 dell’allegato A alla delibera n. 353/11/CONS con una procedura diversa.

Infatti, per l’adempimento non viene più previsto l’invio dell’apposito modello cartaceo per posta elettronica certificata o per via postale mediante la spedizione di una raccomandata con ricevuta di ritorno: ora occorre procedere unicamente attraverso gli adempimenti di comunicazione annuale e di variazione del Registro degli operatori di comunicazione (ROC).

Nell’avviso l’Autorità ricorda che, ogni qualvolta si verifichino variazioni relative al numero di programmi autorizzati e al bacino di diffusione, i fornitori di servizi media audiovisivi sono tenuti a comunicarle “online” attraverso una comunicazione di variazione al ROC (http://www.agcom.it//adempimenti-roc ) entro il termine massimo di 30 giorni dall’avvenuta variazione.

Per quanto riguarda la modulistica da utilizzare l’AGCom precisa che, per l’adempimento, deve essere compilato in via telematica un modello per ogni testata o marchio editoriale diffuso. I modelli sono il n. 22 e il n. 24 (diversi a seconda delle caratteristiche del soggetto).

Nel documento viene anche segnalato che, in via di prima applicazione, le variazioni intercorse dal 1° luglio 2013 sino al 20 giugno scorso (data di pubblicazione dell’avviso) dovranno essere comunque comunicate al ROC entro il 30 giugno 2014. I soggetti che hanno aggiornato la propria posizione nel Registro 2013, e che da allora non hanno modificato numero di programmi e bacino di diffusione, non dovranno invece effettuare nuove modifiche di variazione.

Resta comunque invariato l’obbligo di trasmettere la comunicazione annuale al ROC nei termini previsti dall’allegato A della delibera Agcom n. 666/08/CONS, art. 11, comma 2.    

L’Agcom fa infine sapere che la vigilanza sul rispetto del tetto relativo al numero di programmi trasmessi da ciascun soggetto verrà espletata avvalendosi delle informazioni presenti nel ROC ed aggiornate secondo quanto sopra indicato.

Delibera AGCOM n. 257-14-CONS 

Delibera AGCOM n. 353-11-CONS  

Delibera n. 353-11-CONS - Allegato A

Delibera n. 353-11-CONS - Circolare esplicativa 

 

Delibere di riferimento

Regolamento per l’organizzazione e la tenuta del Registro degli operatori di comunicazione

Testo del Regolamento ROC ( delibera 666/08/cons ) integrato con le modifiche apportate dalle delibere 398/13/cons, 195/09/cons, 608/10/cons, 283/11/cons, 421/11/cons, 44/12/cons, 565/13/cons e 566/13/cons;

Allegato AAllegato B alla delibera 666/08/cons;

Delibera 102/03/cons

Modulistica R.O.C.:

Approfondimenti:

Per informazioni

  • Responsabile del procedimento: Dott. Andrea Di Muro - tel. 0862 644748 -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
AGCom Regione Abruzzo Consiglio Regionale Abruzzo